Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Innovaway partecipa al Programma Garanzia Giovani Campania

Innovaway ha partecipato al convegno “Garanzia Giovani: una strada per l’occupazione”, dove lavoro e condizione giovanile sono stati gli argomenti cardine dell’iniziativa, momento di confronto e di analisi.

L’incontro si è tenuto il 26 Ottobre 2017 al Centro Direzionale di Napoli, Isola C3 all’interno dell’Auditorium, ed è stato un importante momento di condivisione dei risultati raggiunti, tali da aver permesso di passare ad una seconda fase, ossia ricevere un maxi-finanziamento di 226 milioni utilizzabili per tutte le misure destinate all’occupazione giovanile. Protagonisti dell’incontro: Sonia Palmeri - Assessore Regionale al Lavoro, Agostino di Maio - Direttore di Asso lavoro, Francesco Duraccio- Vicepresidente della Fondazione dei consulenti del lavoro, Salvatore Comisano- Vicepresidente del Gruppo giovani imprenditori dell’Unione Industriale di Napoli, Maurizio del Conte - Presidente dell’ANPAL, Agenzia Nazionale delle politiche attive del lavoro.

Il programma Garanzia Giovani nasce come strumento destinato all’inserimento di giovani tra i 15 ed i 29 anni, residenti in Regione Campania, non impegnati in attività lavorative o percorsi scolastici o formativi, con l’obiettivo di permettere non solo una qualificazione professionale, ma anche di offrire un servizio civile dando la possibilità di sperimentare capacità sociali. Il progetto è coordinato dal Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, dall’Anpal e dall’Unione Europea come iniziativa concreta in grado di agevolare l’entrata nel mondo del lavoro, valorizzando le attitudini ed il background formativo e professionale.

Innovaway è stata una delle prime aziende ad aver creduto nel progetto Garanzia Giovani, a dimostrarlo i dipendenti e la Responsabile del Personale dell’azienda intervistati affinché il messaggio da diffondere possa essere di riferimento per chi avesse intenzione di iniziare un nuovo percorso di vita. “Bisogna crederci perché funziona, bisogna che i ragazzi siano pronti a nuove sfide e pronti ad incontrare un’azienda come la nostra”, riporta Tina Brandi HR Manager di Innovaway. I dipendenti Innovaway iscritti al programma hanno espresso il proprio parere su come la propria vita sia cambiata radicalmente, di come i sei mesi di formazione abbiano permesso loro di essere assunti con contratti regolari svolgendo ruoli di coordinamento delle singole aree di interesse dell’azienda. Ad oggi Garanzia Giovani è stato lo strumento attraverso il quale Innovaway ha contrattualizzato 25 nuove assunzioni, dando l’opportunità ai giovani di credere in se stessi e di perseguire con passione le finalità dell’azienda.

Durante il convegno oltre Innovaway altre realtà aziendali hanno avuto modo di presentare i risultati raggiunti. Il Direttore di Asso lavoro, Agostino di Maio e il Vicepresidente della Fondazione dei consulenti del lavoro, Francesco Durano hanno evidenziato il ruolo delle agenzie le quali oltre ad essere al servizio delle aziende lo sono anche delle persone, in quanto il messaggio che deve passare è quello di partire dal bisogno delle persone per poi accompagnarle nel mondo del lavoro colmando il gap in termini di competenze mancanti. Il biennio 2015-2017 ha visto 18000 assunzioni, di cui ragazzi compresi tra i 25 e i 29 anni, seguiti da giovani tra i 18 e i 24 anni. In Campania sono 98022 i giovani inseriti in corsi di accoglienza, formazione, tirocinio, orientamento, apprendistato, servizio civile e autoimpiego, di questi 53164 hanno avuto una esperienza di lavoro, 31963 hanno effettuato un tirocinio in azienda di sei mesi retribuito e per 17519 l’esperienza in azienda si è trasformata in un contratto di lavoro. La giornata si è conclusa con la messa appunto dei risultati raggiunti, ciò non toglie che bisogna migliorare, soprattutto la comunicazione del progetto con i Social, essendo piattaforme sempre più presenti nella vita dei giovani, di mettere a disposizione i risultati raggiunti con annessi dati da parte del Pubblico Ministero ed inoltre in un’ottica di Tirocinio ridurre il matching tra i tempi di frequentazione del progetto e la data di approvazione per l’inserimento nel mercato del lavoro, divario che più viene prolungato più ciò porta a un effettivo deterioramento.